Archivio di aprile 2011

Una mascotte pelosa…da Bari!

il lupacchiotto Ares

Guardate un po’ che simpatico lupacchiotto! Sapete come si chiama? Ares! E il nome è proprio un gradito omaggio alla nostra squadra, da parte del suo simpatico padrone, Matteo, professore di Bari, amante e divulgatore del meraviglioso gioco del baseball. Grazie Matteo…e forza Ares!

Ma che bella sorpresa!

Quando si dice “tutte le strade portano a Roma”… è un po’ quello che mi è capitato oggi andando al campo da sosftball a Caronno per assistere all’incontro di massima serie (ISL) tra Caronno e Bollate. Il pubblico è eterogeneo, oltre agli irriducibili della tifoseria si ha sempre l’occasione di incontrare qualcuno che gioca, ma in quel momento è libero da impegni. Ed è proprio così che è successo, dopo aver scambiato i saluti di rito con Johnny e il Monti, di fare due chiacchiere con Della Penna e di scoprire che il nostro Junior Luis Guzman Moreta, quest’anno in prestito (credo) allo United per affrontare il campionato di IBL2, è stato pescato dalla prima squadra per gli incontri di questa settimana.

Che dire al nostro amico se non “In bocca al lupo”! I miei migliori auguri nella speranza che non si presenti al campo con i suoi fantastici mocassini viola…

Vai Junior! Sbirciando tra i box score ho scoperto che la prima apparizione in IBL1 tra le file del Novara United l’ha fatta proprio questa sera (anche se adesso è già domani) entrando come pinch hitter al 9° su Musumeci F. e battendo un singolo sull’interbase. Un buon inizio, non c’è che dire.

Ilario

Ares @ Lodi

La stagione 2011 si apre con due sconfitte per noi. In attesa di una valutazione globale da parte degli allenatori e di un commento tecnico “score alla mano”, credo di poter dire che le due partite hanno dato luce ai giocatori in maniera diametralmente opposta.

Gara uno, finita 12-11 al primo tie-break nella storia dell’Ares, è stato un incontro che ha messo in risalto l’abilità dei battitori. Si sono visti ben 3 HR, uno dei quali del nostro Miguel e chi più chi meno ha ottenuti discreti risultati nel box.

Gara due, terminata 9-4, è stata invece una gara dominata dai lanciatori. Per noi Ares questa affermazione è valida fino al 6° innig, dal quale si assiste ad un calo da parte del monte. Viene sostituita la batteria, ma questo tentativo di cambiare il ritmo di gioco agli avversari non è sufficiente a contenerne le mazze che, dal punteggio di 3-2 (2-2 dal 2° inning), allungano le distanze fino a portarsi al 9-2. Questo chiuderà di fatto l’incontro nonostante il nostro tentativo di recupero al 9° inning ci porta a segnare altri 2 punti.

Nota dolente della giornata: gara 2 vede il primo infortunio della stagione. Durante la rottura di un doppio il corridore degli Old Rags si scontra con il nostro seconda base Stefano D’Odorico che deve lasciare il campo per dolori al ginocchio. Gli accertamenti efettuati nella giornata odierna indicano lesioni ai legamenti. Stefano sarà in disable list per qualche tempo. La prognosi è di 2/3 settimane di stampelle più ghiaccio, seguite da visita di controllo e riabilitazione.

Anche lo scorso anno un infortunio alla spalla durante la pre-season lo aveva costretto a stare lontano dai campi per quasi tutta la stagione. Speriamo riesca a rimettersi in sesto in tempi brevi.

Opening Day 2011

Al via la stagione 2011 per l’Ares nella giornata di domani, sabato 16 Aprile.

Leggi il resto di questo articolo »

…e l’Ares ha giocato alla grande!

Quando l’Ares gioca così merita i complimenti, e tanti. Sabato pomeriggio, contro lo United , i ragazzi del Saini hanno venduto cara la pelle, battuto benone e difeso alla grande. Se si toglie il grande slam di Cabrera – una mazza veramente di livello superiore- ci poteva scappare la vittoria, considerando il risultato finale di 11-9 per lo United. Domenica mattina c’era voglia di vincere sui volti Ares, e soprattutto su quello di Sobhy partente che lancia 6 inning favolosi lasciando praticamente a bocca asciutta il line-up lodigiano. La difesa lo supporta alla grandissima e il line-up produce 7 punti in 7 inning. Lo rileva Pietro Bonato che inizia benone, poi viene toccato da un paio di mazze e a causa di un errorino in difesa si riaccende l’attacco degli Old Rags che rimontano fino ad arrivare a 6 punti sul tabellone. Sale infine un closer inaspettato sul monte Ares: Gianluca Piazzi, che chiude l’incontro con la sapienza del veterano.

Trofeo Cameroni: vince lo Stoccarda

Dal sito del Milano ’46:

Allo Stoccarda il V Trofeo Gigi Cameroni
Primo successo straniero nel trofeo di inizio stagione organizzato dal senago Milano United: i tedeschi dello Stoccarda hanno conquistato il Trofeo Cameroni battendo lo United in finale 11-7. Terzo posto per l’Ares.

Per la prima volta il Trofeo Gigi Cameroni va all’estero. La quinta edizione del memorial dedicato alla bandiera del baseball milanese va allo Stoccarda, formazione tedesca che dopo aver battuto gli Old Rags Lodi in semifinale, ha superato in finale anche lo United da due anni detentore del trofeo. I tedeschi si sono imposti per 11-7, sfruttando una superiorità in battuta, mentre ai milanesi va concessa l’attenuante di aver giocato la finale senza tre pedine importanti come Cabrera, Wong e Drago e con molti under in campo che peraltro si sono comportati molto bene, a partire da Andrea Lo Monaco autore di un paio di valide. Ma bene sono andati anche Gargamelli e Negri.
La squadra milanese si è schierata in partenza con Cartesan (pitcher del Novara girato alla IBL2 assieme al primo rilievo Frattini) e Angeloni (un altro baby di soli 18 anni all’esordio assoluto in prima squadra, tra l’altro figlio e nipote d’arte: il padre giocò nell’Inter Mars, il nonno fu giocatore e allenatore del Genova e del Pirelli negli anni Cinquanta e Sessanta) in batteria; Della Penna, Lo Monaco, Franco e Silva interni; Negri, Realini e Guzman esterni.
Anche in finale lo United ha pagato uno stato di forma ancora approssimativo dei lanciatori. Ma Bonetti ha ancora due settimane di tempo per lavorare in vista del debutto in IBL2 contro il Grosseto B. Domenica ultima amichevole per mettere a posto la squadra: doppio incontro lo Junior Parma che sarà anche un test in vista di un possibile ritorno al Kennedy per qualche partita di campionato.
In mattinata, nella finale per il terzo posto, l’Ares ha battuto gli old Rags Lodi 8-6.
Albo d’oro del Trofeo Cameroni: 2007 Juve, 2008 Novara, 2009 United, 20010 United, 2011 Stoccarda.

Nella foto: Nicolò Cameroni consegna allo Stoccarda il trofeo dedicato al padre Gigi