Archive del 16 maggio 2011

Ares vs Rajo: a dispetto del meteo il Sole c’è, mentre l’Ares è perseguitata dalla “Disable List”

Dopo le assenze forzate dagli infortuni di D’Odorico e Bonato, anche Fabio Casiraghi è costretto ad uscire per una dannata contrattura al polpaccio che lo terrà fermo almeno 7gg, ed i rimanenti 10 giocatori disponibili, si cimentano al meglio che possono in 2 partite un po’ sfortunate.

In Gara 1, Casiraghi esce sul punteggio di 2 a 2 ed il manager Cristiano, costretto dalla coperta corta, deve scoprire un settore (quello degli esterni), schierando Max Truinfio in 1° base anche a causa dell’assenza di Faso, molto dedito ad allenare la squadra RAGAZZI, ed assente questo weekend per concerto nelle Marche.
Il lanciatore del Rho Claudio Quisini, ottimo come sempre, ha la meglio sulle mazze milanesi, mentre Sobhy non è aiutato dalla difesa dell’Ares decisamente fallosa nei momenti importanti; Calzone lo rileva al 6° in una situazione difficile ben gestita dalla sua esperienza, e infine sostituito da “Zanna”, in forze alla AresFarm di NWL, che esordisce in serie B nell’ultimo inning.
In evidenza in battuta Diaz 1/3 – Herrera 2/5 – Casiraghi 1/1 (prima di uscire) – Cristiano 1/2- Quisini 2/5 – Trunfio 2/4

Gara 2 inizia bene per entrambe le squadre che sino al 3° inning sono in parità, ma l’equilibrio viene interrotto da alcuni errori difensivi made in Ares, decisamente in giornata fallosa. Si arriva al 6° sul punteggio di 4 a 3 per il Rho, quando al 7° inning una ulteriore incertezza difensiva a cui si aggiungono 1 base per ball e due doppi sul nostro Zero Bernasconi ( che sino a quel momento aveva tenuto a bada molto bene le mazze avversarie) fanno allungare a 7 punti il vantaggio del Rho.
Sul monte del Rajo l’esperto Cesaretti porta a termine l’incontro da vincente, con il risultato di 7 a 4, nonostante Piazzi subentrato a Zero, finisca senza punti a suo carico in 3,5 inning.
In evidenza in battuta i soli Juan Gonzales 34, ed una valida sull’unico turno di Vassallo, per un totale squadra di sole 6 valide, che di certo non sono abbastanza per poter vincere l’incontro

Clima sfortunato, carenza di atleti, errori di testa, errori di tecnica, errori di gioco, distrazione e non concentrazione, non sono di certo gli ingredienti migliori per premiare questo gruppo di ragazzi che quest’anno sembra molto affiatato e compatto, ma non ha ancora trovato il ritmo giusto.

Ora ci aspetta una difficile trasferta a S.Pancrazio, contro un Oltretorrente caldissimo, mentre siamo sempre in carenza di atleti a disposizione, e fra due settimane in casa al Saini contro il Langhirano che al momento naviga insieme a noi in fondo alla classifica. Una notizia gradevole è che dal 23 di maggio finalmente potremo schierare in campo il nostro Francesco Parisini, che avrà scontato la dura squalifica di un anno, inflitta per proteste contro un arbitro visionario che confidiamo di non avere mai più come direttore di gara.